Narrare gli animali

E’ da qualche giorno disponibile il volume di Marcella Guidoni Narrare gli animali. Individualità e memoria nella relazione interspecifica (Edizioni Efesto, Roma, 292 pp.), pubblicato nell’ambito della collana dei Quaderni del Museo di Roviano. Il libro, attraverso un approccio di ricerca di tipo etnoantropologico, getta uno sguardo nuovo sugli “animali da allevamento”, suscita emozioni e pone domande sul nostro rapporto con il mondo naturale.

L’uomo occidentale è tendenzialmente portato ad ignorare, con conseguenze sempre più drammatiche, il fatto che la complessità e la fragilità del mondo in cui viviamo sono il risultato di un’evoluzione di milioni di anni. Di qui l’invito della Guidoni ad ascoltare la voce della natura, ad avviarsi per sentieri inesplorati, alla ricerca di narrazioni che sfidino quelle del potere dominante: una nuova mitologia che narri ogni luogo della Terra come una comunità da condividere con gli altri esseri viventi e non come un oggetto inerte da sfruttare. Il volume accoglie la prefazione di Carla Rocchi, antropologa e animalista, attuale presidente dell’Ente Nazionale per la Protezione Animali.

Una parte della ricerca della Guidoni è stata svolta nella Valle dell’Aniene e nel volume è riportata la trascrizione di un’interessante serie di interviste al pastore Italo Innocenzi di Roviano.
La collana dei “Quaderni”, dopo la recente pubblicazione del Catalogo del Centro di Documentazione (n. 3) si arricchisce di un nuovo tassello per la comprensione di alcuni fenomeni riguardanti la cultura tradizionale del Lazio, in attesa di ulteriori contributi.

Per approfondimenti visita la pagina delle Pubblicazioni

Dimore storiche. Domenica ingresso gratuito al Museo

Domenica 17 novembre la Regione Lazio apre al pubblico oltre 70 siti tra castelli e complessi architettonici, monasteri, chiese e conventi, palazzi e dimore storiche, parchi e casali nelle cinque province. Il Castello Brancaccio, sede del Museo della Civiltà Contadina Valle dell’Aniene di Roviano, recentemente inserito nei siti di interesse, aderisce all’iniziativa e domenica potrà essere visitato gratuitamente per l’intera giornata.

Domenica 17 novembre la Regione Lazio apre al pubblico oltre 70 siti tra castelli e complessi architettonici, monasteri, chiese e conventi, palazzi e dimore storiche, parchi e casali nelle cinque province.

Il Castello Brancaccio, sede del Museo della Civiltà Contadina Valle dell’Aniene di Roviano, recentemente inserito nei siti di interesse, aderisce all’iniziativa e domenica potrà essere visitato gratuitamente per l’intera giornata.

Dopo il successo dell’ultima edizione, domenica 17 novembre torna l’appuntamento della Regione Lazio con la Giornata di apertura straordinaria delle Dimore storiche per offrire a tutti l’opportunità di visitare gratuitamente l’immenso patrimonio di dimore, ville, parchi e giardini storici del territorio, decine di luoghi di grande fascino e incanto che arricchiscono tutte le province del Lazio.

Con la Rete delle Dimore storiche, la Regione Lazio ha avviato un grande progetto di valorizzazione dello straordinario patrimonio storico, paesaggistico e architettonico dei propri territori per costruire e sviluppare un nuovo modello di turismo sostenibile e competitivo. Dal 2017, anno della sua nascita, la Rete continua ad allargarsi: ad oggi sono 137 i siti coinvolti tra castelli e complessi architettonici, monasteri, chiese e conventi, palazzi e dimore storiche, parchi e casali. Luoghi straordinari, capolavori dell’arte e dell’architettura spesso poco conosciuti dal pubblico.

 Per info dettagliate si invita a consultare il sito retedimorestorichelazio.it

Mappa delle dimore storiche che partecipano all’apertura straordinaria

Degustazioni a Corte. L’approccio al vino e il senso della bellezza

Domenica 17 settembre, si terrà a Roviano una nuova edizione di Degustazioni a Corte, la manifestazione enogastronomica che si svolge da qualche anno tra le suggestive cantine del centro storico, dove sarà possibile assaggiare vini di qualità e prodotti del territorio.
Uno dei luoghi della rassegna sarà il Museo della Civiltà Contadina Valle dell’Aniene che ospiterà, alle ore 17, l’evento L’approccio al vino e il senso della bellezza a cura di Sandro Sangiorgi e Matteo Gallello, che ci introdurranno ad un corretto approccio al vino, tra “degustazione e descrizione”. Il vino come nutrimento spirituale, forma d’arte e quindi mezzo meraviglioso per sviluppare il nostro senso estetico, per approfondire il significato della bellezza e amplificarne i contenuti. Per realizzare questo percorso si condivideranno sei prodotti naturali del Lazio.

Per info, costi di partecipazione e prenotazioni:
Boris Tacchia: b.tacchia@gmail.com
Vittorio Tacchia: vittoriotacchia@libero.it
Emanuele Riccioluti: riccioluti.e@libero.it
Organizzazione: degustazioniacorte@gmail.com

L’evento è inserito all’interno della manifestazione “Degustazioni a Corte 2017 – Il Lazio incontra il Lazio” in maniera integrata ma indipendente. Per accedere agli altri banchi d’assaggio esterni e alle postazioni dei presidi Slow Food non è necessario alcun biglietto.

Incontri di Archeologia 2016

Locandina Primo incontro di archeologiaDomenica 8 maggio 2016 si terrà la prima di quattro giornate di studio e dibattito sul tema “Nuove tecnologie applicate ai Beni Culturali” organizzate dal Settore Cultura del Comune di Roviano e dalla Direzione del Museo della Civiltà Contadina Valle dell’Aniene, con la collaborazione dell’Associazione Culturale Una Quantum Inc. .
La giornata avrà come argomento principale “Beni Culturali Museologia e ricostruzioni 3D”. L’iniziativa è pensata appositamente per aggregare e interessare giovani, disoccupati, studenti, professionisti, esperti del settore Culturale attorno al Museo e ai suoi reperti, per ascoltare e intervenire su alcune esperienze lavorative e progetti innovativi, che giovani dottori ed equipe di ricercatori in archeologia stanno portando avanti nel segno della valorizzazione e della piena fruizione delle collezioni museali.

In seguito ai due agili interventi seminariali avrà luogo un laboratorio fotografico e informatico, non invasivo, nella “Sala dei Cippi” del Museo. Si sperimenterà la tecnica dello “Structure from motion” ovvero come riuscire a passare dalle fotografie digitali ai modelli informatici 3D. Verranno inoltre illustrate le potenzialità e le applicazioni di questa pratica. Modera il convegno e organizza il laboratorio Paolo Rosati presidente dell’Associazione Una Quantum inc., attiva nel Lazio, in Emilia Romagna e Lombardia per lo sviluppo e la diffusione di innovazioni tecnologica nel settore culturale.

Programma >