Vite d’Acqua. Pescatori del Lago di Bolsena

Domenica 12 Giugno 2016, alle ore 16, per la Rassegna di Antropologia Visiva “Ricerche in Vista”, sarà proiettato, presso la sala Convegni del Museo della Civiltà Contadina, il film Vite d’acqua. Pescatori del Lago di Bolsena, un video-documentario dell’etnoantropologa Alessandra Broccolini, sintesi di un’ampia ricerca sul campo svolta in quel territorio.

La vita, il lavoro, i saperi, ma anche l’amore e la passione per un luogo di eccezionale bellezza, sono raccontati dalla voce di un pescatore tradizionale bolsenese. “Vite d’acqua” è un piccolo tuffo nel mondo della pesca tradizionale nel lago vulcanico più grande d’Europa, un mondo che resiste con passione e orgoglio all’omologazione. Un lavoro coraggioso e tenace quello dei pescatori di lago, fatto di tecniche ingegnose, di gesti ripetitivi, ma anche di una grande conoscenza dell’ambiente naturale, che nei secoli ha prodotto un universo di saperi eccezionalmente ricchi.

Alla proiezione sarà presente l’autrice Alessandra Broccolini (docente di Antropologia Culturale presso il Dipartimento di Scienze Sociali ed Economiche dell’Università “Sapienza” di Roma) e il protagonista Giuseppe Biondi.

Credits
Regia:  Alessandra Broccolini
Ricerca e riprese: Alessandra Broccolini
Montaggio: Emiliano Migliorini
Interpreti: Giuseppe Biondi, Paolo Quattranni, Impero Dottarelli
Produzione: Eo|Lo Etnolaboratorio per il Patrimonio Culturale Immateriale

 

Vite d'acqua

 

Furriadroxus

Sabato 4 Giugno 2016, alle ore 16, presso la Sala Convegni del Museo, per la Rassegna “Ricerche in Vista“, proiezione del film Furriadroxus di Michele Mossa e Michele Trentini (2005).

Sinossi: Malfatano, Sardegna meridionale. Lungo un tratto di selvaggia e intatta bellezza, la Costa di Teulada, si trova la spiaggia di Tuerredda, molto frequentata e nota. A poche centinaia di metri da qui, si incontrano i primi furriadroxus (dal verbo furrièi, ritirarsi, abitare), tipiche case sparse locali, appartenenti all’agglomerato di Malfatano. Le persone che ancora oggi vivono nei furriadroxus, tutti uomini, scapoli e con più di sessant’anni, rappresentano l’ultimo riverberarsi di una comunità, in una quotidianità scandita dall’allevamento e da un’agricoltura di sussistenza, fatta di collaborazione reciproca, ma anche di solitudine e marginalità. Il film racconta il microcosmo di questi abitanti, proprio durante il mese di agosto, quando i turisti affollano la spiaggia di Tuerredda.

Giornata Nazionale dei Borghi Autentici d’Italia

Informiamo che in occasione della Giornata Nazionale dei Borghi Autentici d’Italia, domenica 22 maggio il Museo della Civiltà Contadina Valle dell’Aniene osserverà il seguente orario d’ingresso gratuito per i visitatori: 10.00/13.00  15.00/18.00.

Garantiti i servizi di guardiania e guida.

Alle 16.30, nella Sala Convegni del Museo, proiezione del film “Outsiders. Storie dal fiume”.

Outsiders. Storie dal Fiume

In riferimento al tema della Giornata Internazionale dei Musei, che quest’anno è “Museums and Cultural Landscapes –­ Musei e paesaggi culturali”, Domenica 22 Maggio, alle ore 16.30, presenta il film Outsiders. Storie dal Fiume, dei giovani documentaristi Sara Pigozzo e Enrico Meneghelli.

“Outsiders” è un documentario che indaga un tratto del fiume Adige nella provincia di Verona. Un fiume che un tempo era al centro della vita dell’uomo ora si ritrova solo e abbandonato. Questo film parla del fiume e dei suoi abitanti. L’Adige diventa rifugio e salvezza per chi vive ai margini della società. Il film raccoglie e dà voce alle loro storie. C’è un artista incompreso che da trent’anni raccoglie sassi per costruire un’opera monumentale; c’è un senzatetto che sopravvive grazie al fiume, un meditatore che viaggia nella sua corrente. Persone marginali, nascoste, invisibili che ci insegnano a guardare il mondo con occhi diversi. L’ingresso per la visione del film è gratuito.

La proiezione avviene all’interno del programma della Prima Edizione di “Ricerche in vista. Rassegna di Antropologia Visiva” curata dalla Direzione del Museo di Roviano.

> Scarica il booklet della Rassegna “Ricerche in vista”.
Locandina del 22 Maggio 2016

Giornata internazionale dei Musei

Mercoledì 18 Maggio, in occasione della Giornata Internazionale dei Musei, il Museo della Civiltà Contadina aprirà in via straordinaria (dalle 10 alle 13) e potrà essere visitato al solo costo del biglietto ridotto. Per tutti i giovani al di sotto dei 25 anni l’ingresso sarà gratuito e ad ognuno di essi verrà regalata una guida del Museo.

In riferimento al tema della Giornata dei Musei, che quest’anno è “Museums and Cultural Landscapes –­ Musei e paesaggi culturali”, Domenica 22, alle ore 16.30, sarà proiettato il film Ousiders. Storie dal Fiume, di Sara Pigozzo e Enrico Meneghelli. “Outsiders” è un documentario che indaga un tratto del fiume Adige nella provincia di Verona. Un fiume che un tempo era al centro della vita dell’uomo ora si ritrova solo e abbandonato. Questo film parla del fiume e dei suoi abitanti. L’Adige diventa rifugio e salvezza per chi vive ai margini della società. Il film raccoglie e dà voce alle loro storie. C’è un artista incompreso che da trent’anni raccoglie sassi per costruire un’opera monumentale; c’è un senzatetto che sopravvive grazie al fiume, un meditatore che viaggia nella sua corrente. Persone marginali, nascoste, invisibili che ci insegnano a guardare il mondo con occhi diversi.
L’ingresso per la visione del film è gratuito.

artcam-adige

Ricerche in vista, al Museo

Ricerche in VistaÈ stato definito il programma della Prima edizione di Ricerche in Vista, la Rassegna di Antropologia Visiva che si terrà al Museo della Civiltà Contadina nel corso del 2016. Dopo le proiezioni dei documentari di Aurelio Citelli (Roberto Leydi. L’altra musica) e del film etnografico del 1939 di Pozzi-Bellini (Il Pianto delle Zitelle), effettuate negli scorsi mesi, la Sala Convegni del Palazzo Brancaccio di Roviano ospiterà nuovamente film-maker, antropologi e etnomusicologi che presenteranno i loro film e i loro lavori di documentazione e ricerca.

Si inizierà il 22 maggio, alle ore 16.30, con la proiezione del film Outsiders. Storie dal fiume, dei giovanissimi Sara Pigozzo e Enrico Meneghelli, un suggestivo film sull’Adige e sul rapporto tra uomo e ambiente. Seguiranno le proiezioni di Furriadroxus di Michele Mossa e Michele Trentini (il 4 giugno), Vite d’Acqua. Pescatori del Lago di Bolsena di Alessandra Broccolini (il 12 giugno), Natuzza di Paravati di Maricla Boggio e Luigi Lombardi Satriani (il 16 giugno), Le us per aria di Emiliano Migliorini e Paolo Vinati (il 19 giugno), Contadini di Montagna di Michele Trentini (il 2 luglio), Venerdì Santo di Gaetano Crivaro (il 9 luglio). Chiuderà la rassegna Il sangue nel canto di Paolo Vinati (il 18 settembre).

Quasi tutti gli appuntamenti vedranno la presenza degli autori dei film proiettati e verranno a discuterne demoetnoantropologi, specialisti dell’antropologia visiva e altri ospiti.

Per informazioni più dettagliate scriveteci a rovianomuseo@tiscali.it

Programma

Incontri di Archeologia 2016

Locandina Primo incontro di archeologiaDomenica 8 maggio 2016 si terrà la prima di quattro giornate di studio e dibattito sul tema “Nuove tecnologie applicate ai Beni Culturali” organizzate dal Settore Cultura del Comune di Roviano e dalla Direzione del Museo della Civiltà Contadina Valle dell’Aniene, con la collaborazione dell’Associazione Culturale Una Quantum Inc. .
La giornata avrà come argomento principale “Beni Culturali Museologia e ricostruzioni 3D”. L’iniziativa è pensata appositamente per aggregare e interessare giovani, disoccupati, studenti, professionisti, esperti del settore Culturale attorno al Museo e ai suoi reperti, per ascoltare e intervenire su alcune esperienze lavorative e progetti innovativi, che giovani dottori ed equipe di ricercatori in archeologia stanno portando avanti nel segno della valorizzazione e della piena fruizione delle collezioni museali.

In seguito ai due agili interventi seminariali avrà luogo un laboratorio fotografico e informatico, non invasivo, nella “Sala dei Cippi” del Museo. Si sperimenterà la tecnica dello “Structure from motion” ovvero come riuscire a passare dalle fotografie digitali ai modelli informatici 3D. Verranno inoltre illustrate le potenzialità e le applicazioni di questa pratica. Modera il convegno e organizza il laboratorio Paolo Rosati presidente dell’Associazione Una Quantum inc., attiva nel Lazio, in Emilia Romagna e Lombardia per lo sviluppo e la diffusione di innovazioni tecnologica nel settore culturale.

Programma >

Invasioni Digitali al Museo di Roviano

invasioni_digitali_museiSabato 7 Maggio 2016 il Museo ospita Invasioni Digitali, la manifestazione il cui intento è di promuovere l’applicazione delle nuove forme di comunicazione partecipata al settore dei beni culturali quale occasione di divulgazione, produzione di valore e fruizione del patrimonio culturale creando nuove esperienze di visita dei siti culturali non più passive ma attive. Nei giorni delle ”Invasioni” in tutta Italia gruppi di pacifici “invasori” “armati” di smartphone e tablet visitano luoghi suggestivi del proprio territorio e ne trasmettono le immagini sui social network utilizzando l’hashtag #invasionidigitali affiancato a quello del luogo; ne scaturisce un vero e proprio “boom” sul web che viene poi raccolto in maniera stabile sul sito www.invasionidigitali.it e in una serie storify dando così una durevole visibilità all’iniziativa, ai monumenti e alle località.

L’invasione comincia alle 12,30 dal Ponte Scutonico, attraversamento ancora integro sul tracciato dell’antica Via Tiburtina Valeria risalente al I sec. d.C., poi attraverso il percorso naturalistico-archeologico, si salirà al borgo dove si farà una sosta per il pranzo presso il Ristorante l’Antica Macina. Alle 15,00 inizierà la visita guidata attraverso il centro storico per arrivare fino al Castello Brancaccio sede del Museo.